Bonus fiscale

NOZIONI DI BASE E COME FUNZIONA...


Anche quest'anno è stato rinnovato il Contributo fiscale del 50% sull'acquisto di prodotti per l'ambiente bagno, inclusi i mobili. Non perdere questa interessante opportunità...

Nel caso di spese per arredo relative ad immobili residenziali oggetto di "ristrutturazione", è stata estesa la detrazione IRPEF del 50% per un importo massimo non superiore ad Euro 10.000 ed è usufruibile in 10 quote annuali di pari importo.

Mobili|Accessori: L'IVA è calcolata sempre ad aliquota ordinaria, attualmente del 22%.

Vasche|Docce|Sanitari|Rubinetterie|Box doccia: L'IVA è calcolata ad aliquota, al 4%|10%|22% a seconda delle agevolazioni.

L'accesso al bonus mobili richiede necessariamente il bonifico parlante così come ha già precisato l'agenzia delle Entrate. 

 

Nel pagamento allo sportello bancario o postale (o anche tramite home banking) bisogna indicare:

  • a) la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste italiane per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;
  • b) il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • c) il numero di partita Iva ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Nota bene: Per poter beneficiare della detrazione del 50% è innanzitutto necessario che l'immobile al quale sono destinati i mobili sia oggetto di un intervento di recupero del patrimonio edilizio per il quale il soggetto interessato usufruisce già della detrazione del 50%.

Di conseguenza la detrazione non  spetta per i soli acquisti di mobili, "svicolati" da ulteriori interventi.